Beata gioventù

Riccione cede la prima partita per una quinto inning da dimenticare (5-12), ma si riscatta in garadue (7-2) trascinato da Muccini e Bellettini sul monte di lancio. Canini apre la stagione con un homer, molto bene i giovani, Pasquini ha schierato 22 giocatori nelle due partite. Sabato prossimo altra delicata trasferta a San Lazzaro.

Il Belvedere torna dalla trasferta di Fano con una vittoria e una sconfitta, risultato che può essere sicuramente archiviato come positivo sotto molti punti di vista. I marchigiani si sono rinforzati rispetto alla scorsa stagione e saranno un osso duro per tutti, soprattutto con Barbaresi sul monte. Riccione, dal canto suo, ha avuto ottime indicazioni dai propri giovani, per nulla intimoriti dall’esordio sul palcoscenico cadetto. Che sia ancora una fase di rodaggio lo hanno mostrato soprattutto il line-up e la difesa (che però in “garadue” è stata praticamente perfetta). Molto bene invece i lanciatori.

In “garauno” parte Nicolò Ioli, fresco di convocazione al torneo europeo organizzato dalla Major League Baseball in occasione delle London Series di fine giugno, al quale parteciperà anche un altro “falchetto” del Riccione, Ettore Giulianelli. Ioli lavora bene fino al quinto inning (4 rl, 4 bvc, 2 so, 2 bb, 3 pgl), ma è in quella ripresa che il Fano decide la partita con 7 punti e Chiaruzzi prima e Gabrielli poi non riescono ad arginare l’attacco marchigiano. Fino a quel punto era stato il Belvedere a condurre la partita, Canini aveva “battezzato” la stagione, battendo la prima valida personale e della squadra oltre la recinzione, un solo-homer al primo inning per l’1-0. Al terzo inning era arrivato il raddoppio, prodotto dall’ottimo Muccioli (doppio al centro) e segnato dallo stesso Canini (in base per un singolo). Il Fano dimezzava lo svantaggio nella stessa ripresa con un doppio di Grottaroli, poi al quinto arrivava il “big inning” che decideva la partita: tre valide (due doppi), ma soprattutto quattro basi per ball (una intenzionale) e un errore lanciavano il Fano sull’8-2, con partita ormai decisa. Nelle riprese finali c’era spazio per tutti (diciannove i giocatori schierati da Pasquini!) e Salvoni si toglieva la soddisfazione di esordire in B con due valide (un doppio), favorendo anche un riavvicinamento dei suoi (10-5 all’ottavo), ma la partita non tornava più in discussione e il 12-5 finale non fa una piega. Oltre al 2/2 di Salvoni, bene nel box anche Canini (2/3 con homer), Muccioli (2/3 con doppio) e Luca Gabrielli (2/3).

La seconda partita vive con il massimo equilibrio e con il dominio dei lanciatori. Eccellente la prova di Muccini (6 rl, 7 bvc, 5 bb, 7 so, 2 pgl), ma splendido anche il “ritorno” a Riccione di Tommy Bellettini, che tiene a secco gli avversari nelle ultime 3 riprese (3 rl, 1 bvc, 2 bb, 2 so, 0 pgl) e ottiene meritatamente la prima vittoria della stagione. Punteggio fermo sullo 0-0 fino alla sesta ripresa, perché anche il fanese Corsimo concede briciole, il primo punto lo segna il Belvedere con Salvoni che, in base per errore, viene spinto a casa dal singolo del solito Canini (1-0). Il vantaggio dura poco, perché nella stessa ripresa il Fano prima pareggia (doppio di Barbaresi, singolo di Cerioni), poi mette la freccia sfruttando un paio di basi ball e una battuta in diamante di Mungari (2-1). Per la reazione del Belvedere bisogna aspettare l’ottavo inning, ma ne vale la pena perché arrivano ben quattro segnature, favorite da un singolo del giovane Moretti, ma anche da due errori difensivi e due basi ball degli avversari (5-2). I padroni di casa accusano il colpo e si arrendono alla chiusura di Bellettini, ma per il Belvedere c’è lo spazio per altre due segnature, arrivate senza valide (due basi ed un errore), ma anche grazie ad una grande aggressività sulle basi, ben cinque le basi rubate nelle ultime due riprese, tre del solo Canini. Un 7-2 finale che segna il primo successo stagionale del Belvedere, sofferto, ma meritato, anche in virtù di una difesa praticamente perfetta (ottimo in particolare Luca Gabrielli nell’angolo caldo). Anche nella seconda partita ben 19 i giocatori scesi sul diamante con la casacca del Riccione, un roster lungo a disposizione di Pasquini che peraltro ha dovuto fare a meno della mazza importante di Focchi.

Il Belvedere torna in campo a San Lazzaro sabato prossimo, per un esame che si preannuncia interessante, visto che i felsinei, neopromossi nella serie cadetta, hanno aperto il campionato con l’unica doppietta della giornata, sul diamante delle accreditate Pantere di Potenza Picena, mostrandosi molto solidi sul monte in garauno (in particolare il partente Cantelli) ed efficacissimi nel box in garadue (13 valide). Come prevedibile, girone che si preannuncia equilibratissimo, delle sette partite giocate domenica, ben quattro si sono decise nelle ultime due riprese e cinque hanno visto prevalere la squadra in trasferta.

Pubblicato in: News

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...